Quando si parla di sicurezza sul lavoro si fa riferimento all'insieme di misure, provvedimenti, valutazioni e monitoraggi che bisogna mettere in atto all'interno dei luoghi di lavoro per tutelare la salute e l'integrità dei lavoratori, proteggendoli dai rischi presenti.
Si tratta, dunque, di un tassello fondamentale nel quadro della corretta gestione aziendale che fa leva su due dimensioni in particolari:
Si tratta dunque di una condizione necessaria per ogni realtà lavorativa con almeno un lavoratore.
La sicurezza sul lavoro è importante perché consente di eliminare, ridurre o, comunque, controllare:
 
- RISCHI
- INCIDENTI ED INFORTUNI
- MALATTIE PROFESSSIONALI.

Le norme vigenti in merito di sicurezza si trovano nel Decreto Legislativo del 9 aprile 2008, n° 81, il cosiddetto Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro il quale ha sostituito, abrogato o assorbito tutte le normative precedenti. 

Gli obblighi del datore di lavoro sono stabiliti all'articolo 18 del D.lgs 81/08:
  • effettuare la valutazione dei rischi e redigere l'apposito documento;
  • assicurare la presenza di un servizio di prevenzione e protezione efficace;
  • nominare le principali figure partecipi della sicurezza;
  • programmare e assicurare il servizio di sorveglianza sanitaria;
  • provvedere alla fornitura dispositivi di protezione individuale e collettiva;
  • provvedere alla formazione dei lavoratori in materia di salute e sicurezza in base al loro ruolo e al loro grado di responsabilità.
Corsi di formazione sulla sicurezza sul lavoro, i relativi aggiornamenti e, in alcuni casi, le sessioni di addestramento, sono obbligatori per tutti i soggetti a cui il D.Lgs 81 assegna un ruolo importante nell'organizzazione della sicurezza..
Il contenuto, la durata e gli argomenti trattati variano in funzione del grado di responsabilità, dei compiti che quella figura deve svolgere e, soprattutto, variano in base al livello di rischio presente in azienda.
I corsi devono tenersi in orario di lavoro e il loro costo non deve gravare sul lavoratore, ciò vuol dire che a pagarli deve essere il Datore di Lavoro.  
Ricordiamo che svolgere i corsi di formazione e aggiornamento in materia di sicurezza sul lavoro, oltre ad essere indispensabile al fine del mantenimento di tutelare la salute e l'integrità dei lavoratori, è un obbligo di legge ai sensi degli articoli 36 e 37 del D.lgs 81.
 Per trasgressioni, mancanze o inadempienze sono previste delle sanzioni in capo al datore di lavoro.
 
  • Mancata formazione di Sanzione
    Lavoratori arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da € 1.474,21 a € 6.388,23
    Datore di Lavoro che assume il ruolo di RSPP arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 3.071,27 a € 7.862,44
    RSPP arresto fra 3 e 6 mesi oppure l'ammenda da € 2.740,00 a € 7.014,00
    RLS arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da € 1.474,21 a € 6.388,23
    Dirigenti e Preposti arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da € 1.474,21 a € 6.388,23
    Addetti Prevenzione Incendi e Addetti Primo Soccorso arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da € 1.474,21 a € 6.388,23
    Addetti all'uso attrezzature di lavoro arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 3.071,27 a € 7.862,44